Emozioni

Prendimi per mano.

Prendimi per mano Vi aspetto sulla mia pagina  Facebook  per parlarne insieme. “Prendimi per mano” Prendimi per mano e fammi fiorire, strappa dalla mia pelle tutte le mie spine, ed al loro posto fai nascere dei stupendi fiori, pianta sulla… Leggi tutto »Prendimi per mano.

L ’Amore vero.

L ’Amore vero. Vi aspetto sulla mia pagina  Facebook  per parlarne insieme. “L ’Amore vero.” Io, su quella tua pelle bianca, ci impazzirei, camminerei, come un instancabile maratoneta, senza pause, a piedi nudi, e tu, pianeta, nella tua meravigliosa atmosfera.… Leggi tutto »L ’Amore vero.

E Sara, pianse, quella notte, consumò ogni sua lacrima, quando con lo sguardo sofferente, lui la guardò, triste, prima, di, e per sempre, davanti a lei, morire.

E Sara, pianse, quella notte, consumò ogni sua lacrima, quando con lo sguardo sofferente, lui la guardò, triste, prima, di, e per sempre, davanti a lei, morire. Vi aspetto sulla mia pagina  Facebook  per parlarne insieme. “E Sara, pianse, quella… Leggi tutto »E Sara, pianse, quella notte, consumò ogni sua lacrima, quando con lo sguardo sofferente, lui la guardò, triste, prima, di, e per sempre, davanti a lei, morire.

Ieri notte ho sognato …

”Vi ricordate, quei giochi che si facevano un bel po’ di anni fa, per combattere la troppa noia, con gli amici, oppure, durante le giornate piovose, in cui si doveva sbarrare le caselle, con le cose che avevi fatto nella tua vita ?

Spaventa il nostro sempre aperto cuore.

Spaventano e non poco …
Come mostrare ad un cieco, il nostro più bello, che ci portiamo dentro, tesoro,
come portare sempre, nel traffico,
dei stupendi fiori tra i capelli,
al posto, di costosi ed inutili gioielli.

Il rumore del silenzio

Lo sentite anche voi il rumore del silenzio ?

Il rumore, di quello che vi scava come una goccia, ogni giorno, dentro,che non riesce in nessun modo ad uscire,
e vi allaga, vi riempie, il cuore di spine.

L’ultimo romantico su questa terra.

Stanotte, perché è ora che sto scrivendo, vi racconto questa storia.

Era uno dei primi appuntamenti, dopo che mi ero lasciato,
cercavo forse, di coprire con qualsiasi cosa, quel vuoto, mettere un cerotto su quella ferita,
per ricominciare di nuovo, anche se più dolorante, di prima, la mia vita.